Lo yoga ha assunto nel tempo diverse forme e oltre ad una naturale evoluzione spesso è diventato foriero di  mode e business.
Dai tappetini colorati alle tutine di ultima generazione, dallo yoga della birra, allo yoga con l’amaca.
E’ tutto interessante e divertente, ma lo yoga è  e rimane un’altra cosa.
Lo yoga è pratica dura e costante, è studio ed esplorazione, insegna l’ascolto e il respiro oltre l’immagine e oltre l’apparenza. Lo yoga è umile, non è modaiolo,  e ci insegna l’umiltà di accogliere i nostri limiti e la nostra umanità.
Non è spettacolo, non è acrobazia. Lo yoga ci riporta nel corpo ogni volta in modo diverso, ci conduce all’ascolto di ciò che siamo e quindi anche di ciò che non amiamo in noi.
Lo yoga è unione e non è separazione; non esistono livelli perché il sentire e la consapevolezza, così come il respiro sono flessibili e in continua mutazione e trasformazione.
Rita Casadio