Meditazione

Se mi siedo sul cuscino e ascolto il mio respiro, medito. Quando cammino, canto, danzo e parlo, mangio, medito. Quando appoggio l’attenzione dentro di me medito. Ma cosa è meditare?
Meditare è volgere lo sguardo verso noi stessi, imparare ad accogliere ciò che è, e ritrovare l’essenza di ciò che siamo. E’ contattare gioia e pienezza dell’essere con se stessi.
Impariamo a contattare la nostra umanità e la nostra vulnerabilità, aprendo a noi stessi il nostro cuore; alleniamo la consapevolezza tocchiamo stati di connessione sottile.
E’ sul cuscino che impariamo la pratica. E poi la portiamo nella vita!

Percorsi progressivi con attenzione al corpo, al respiro e l’utilizzo di pratiche fisiche: Vipassana, Mindfulness, Il potere di Adesso, la Meditazione Aro e gli insegnamenti di Pema Chodron maestra spirituale della tradizione buddista tibetana.

Non fare e silenzio.

Non fare, anche solo per pochi istanti, è il primo passo per trasformare il ritmo della mente e del corpo.
L’immobilità é una cura naturale, un tonico per il sistema nervoso e un momento rigenerante e appagante.
Nell’immobilità incontriamo il silenzio e allo stesso tempo ospitiamo, con umiltà, tutto ciò che mormora e sussurra dentro di noi; abitiamo il corpo senza più pensarlo e lo percepiamo con intima delicatezza.

Consapevolezza

La consapevolezza é l’attitudine a percepire ciò che accade dentro di noi, adesso; è la dimensione di ciò che succede nel qui e ora, mentre la vita che accade.
Vivere il momento di adesso con consapevolezza é una necessità per la pace interiore, per il benessere e per l’equilibrio di ciascuno.
In ogni istante, in uno spazio e in un luogo senza tempo, possiamo coltivare l’arte della presenza.